Mostra “I fiori del male”

“Il manicomio è pieno di fiori ma nessuno riesce a vederli.”
 Mario Tobino, Le libere donne di Magliano, 1953

L’idea di realizzare una mostra sulle donne ricoverate in manicomio durante il periodo fascista nasce dalla volontà di restituire voce e umanità alle tante recluse che furono estromesse e marginalizzate dalla società dell’epoca. Durante il Ventennio si ampliarono i contorni che circoscrivevano i concetti di emarginazione e di devianza e i manicomi finirono con l’accentuare la loro dimensione di controllo e di repressione.


Sono figlie, madri, mogli, spose, amanti; sono donne vissute durante gli anni del regime fascista. Ogni viso racchiude una storia, ogni espressione diventa traccia di un percorso personale improvvisamente interrotto, ogni foto è stata scattata per catalogare i caratteri somatici di una nota discordante e renderli visibili a uno sguardo medico congelato su una concezione positivistica della malattia mentale.


Ai volti delle ricoverate sono affiancati diari, lettere, relazioni mediche. Materiali che raccontano la femminilità a partire dalla descrizione di corpi inceppati e che riletti oggi, con sguardo consapevole, possono contribuire a individuare l’insieme di pregiudizi che hanno alimentato storicamente la devianza femminile per isolarli dal nostro orizzonte culturale e non ripeterli sotto forme diverse.


La mostra è stata impaginata in modo da far riflettere sia sulla storia manicomiale del nostro Paese sia sulle diverse categorie di donne che furono colpite dalle misure restrittive. Divisa in sei sezioni, distinte da colori diversi, i temi e i percorsi che la compongono sono stati realizzati con una grafica che rende di facile lettura i contenuti e, allo stesso tempo, vuole emozionare il visitatore.


Il catalogo che accompagna la mostra foto-documentaria, oltre a riassumere le diverse sezioni che la compongono, è arricchito da alcuni contributi di studiosi ed esperti di psichiatria e da una bibliografia orientativa sul tema.

La mostra è composta da:
N° 10 tele canvas 100×200 cm = 1000 cm
N° 2 tele canvas 200×100 cm = 2000 cm
N° 13 dibond 70×100 cm = 1300 cm
N° 17 dibond 30×30 cm = 595 cm


Per poterla esporre si richiede uno spazio di almeno 40 metri lineari e una stanza di circa 70/80 mq (si veda in allegato lo schema con la disposizione dei pannelli).
La mostra non ha una struttura autoportante ed è sprovvista di illuminazione. Con i curatori si possono trovare soluzioni e modalità per poterla allestire nel miglior modo possibile.

14
settembre
  • Orario
  • Via San Francesco di Sales, 5 – Roma
Mostra I fiori del male a Roma
24
novembre
  • 9:00 - 18:00
  • Liceo Carducci - Via Manci, 8 - Bolzano
Mostra I fiori del male a Bolzano
2
febbraio
  • 10:00 - 19:00
  • Liceo Classico "G. B. Vico" - Chieti
Mostra I fiori del male a Chieti

Per info contattare la dott.ssa Annacarla Valeriano all’indirizzo email: a.valeriano@fondazioneuniversitaria.it o telefonicamente al 0861.266090.